Cane che abbaia troppo: ecco come calmarlo

Cane che abbaia troppo

Cane che abbaia troppo: ecco come calmarlo

Sovente si accusano i cani di abbaiare troppo, senza sosta, ma raramente è un ululato immotivato.

I cani si esprimono abbaiando per poter riuscire a comunicare qualcosa, per ricercare attenzioni, per far comprendere una loro necessità o semplicemente per trasmettere il loro desiderio di giocare.

Sebbene sia comune pensare che i cani abbaino eccessivamente senza alcuna ragione, in realtà non è così, i cani sono generalmente estremamente espansivi, affidabili ed estroversi, proprio per via del loro carattere avvertono la necessità di un confronto.

Alcuni cuccioli possono abbaiare troppo per dire che hanno bisogno di qualcosa, potrebbero avere sete, fame o altre necessità.

Tante persone ricercano continuamente rimedi per far smettere di abbaiare il proprio cane, sarebbe innaturale. Cosa fare quando un cane abbaia troppo?

Per il benessere del cane e soprattutto per non farlo sentire triste, o incompreso, è importante educarlo a nuovi rituali per una comunicazione priva di turbamenti e dissensi.

Abbaiare è la forma di comunicazione più diretta per i cani, ebbene non è l’unica. Con tanto amore e un briciolo di pazienza sarà possibile spiegare al cucciolo nuove modalità per esprimersi e per attirare la vostra attenzione, come porgere la zampa,  aspettando in un determinato punto della casa, o attendendo davanti alla sua ciotola.

Potrebbe accadere che il cane cominci ad abbaiare troppo in un momento non opportuno, per esempio, nel cuore della notte svegliando i vicini, è un episodio che accade frequentemente all’interno dei condomini. Per evitare che l’abbaiare del proprio cane possa essere mal tollerato ed interpretato equivocamente come fastidioso, sarà indispensabile prima di tutto comprendere il significato del suo abbaio, non è nient’altro che una forma di richiamo.

È imprescindibile la comprensione delle diverse forme di abbaio, riconoscerle sarà un grande passo per aiutare il proprio cucciolo in modo da poter prontamente rispondere alle sue richieste.

Quando vogliono segnalarci qualcosa, spesso i cani abbaiano, semplicemente per avvisare, in questo caso è un abbaio basso accompagnato da un ringhio che successivamente si trasforma in un abbaio potente.

L’abbaio d’allarme, probabilmente deriva dall’ascolto di un suono nuovo che lo spaventa, quando il cane abbaia forsennato ed inquieto significa che non riconosce l’origine di un suono e ricerca rassicurazioni.

Impossibile non distinguere l’abbaiare giocoso, un abbaiare suadente, quando il cane in un stato di euforia si diverte e vuole trasmettere la sua felicità.

Quando un cane abbaia per comunicare una sua necessità, è un abbaiare costante  con le sonorità di una nenia, è un abbaiare che ricorda molto la melodia di una cantilena.

Quando il cane abbaia a una persona sconosciuta, o a un passante, è perché lo vede come un pericolo, sarà utile avvicinarsi e ringraziarlo, si sentirà fiero di aver identificato un intruso e cesserà di abbaiare.

Anche quando il cane abbaia ascoltando dei rumori sconosciuti, è doveroso ringraziarlo e accarezzarlo per tranquillizzarlo.

I cani possono apparentemente abbaiare senza una ragione, la motivazione non sarà evidente per noi, ma  dalla loro prospettiva sarà qualcosa di importante e per questo sarà necessario immedesimarsi per comprenderli.

Inoltre ansia, solitudine e noia possono sempre essere in agguato, possono essere alla base dell’abbaiare incessante del cane.

Sarebbe ideale risolvere le situazioni che inquietano il cucciolo, dedicandogli maggiori attenzioni e concedendogli nuovi  giochi per aiutarlo a sconfiggere la solitudine con nuovi stimoli.

Pubblicato da Emozionienozioni

Emozioni e nozioni: un mondo nuovo da esplorare da scoprire per conoscersi, un viaggio verso nuove destinazioni e prospettive diverse. Ogni pagina è una magia e su emozionienozioni troverete non solo le immagini più accattivanti, ma curiosità, nozioni ed emozioni