Gelato: come non farlo pesare sulla bilancia

Gelato

Gelato: come non farlo pesare sulla bilancia

Il gelato nell’estate 2021 è salutare e sostenibile, strizza un occhio alla linea facendo attenzione alle calorie e non solo.

Ai tempi del covid, l’ambiente continua ad essere uno dei più rilevanti problemi che attanagliano il mondo intero e anche il gelato vuole contrastare gli squilibri degli ecosistemi e proprio per questa ragione i produttori a km zero si moltiplicano

.

Scegliere bene contribuisce a mangiare il gelato senza sensi di colpa, i suoi vantaggi sono innumerevoli. I gelati aiutano a superare le giornate torride, sono ricchi di vitamine, migliorano palesemente la salute e l’umore.

Naturalmente è davvero importante conoscere i segreti dei gelati per nutrirsi consapevolmente senza far pesare il gelato sulla proprio bilancia.

È fondamentale prendere atto del fatto che il gelato completamente privo di zucchero non è mai esistito, il gelato senza zuccheri non esiste. Poiché lo zucchero è indispensabile non solo per dolcificare ma per evitare che l’acqua sottoposta alle basse temperature trasformi il gelato in un pezzo di ghiaccio.

Proprio per questa ragione i cosiddetti gelati senza zuccheri, in realtà possiedono zuccheri alternativi come fruttosio, stevia, miele o succo d’uva.

Il gelato confezionato non è meno salutare di un cono artigianale acquistato presso una gelateria,  entrambe le varianti sono prive di conservanti, è il freddo il miglior conservante.

Nella lista degli ingredienti di solito per i consumatori sono sospetti la farina di semi di carrube e410, di guar e412, di tara e417, dei numeri riconosciuti internazionalmente per riconoscere l’identità di determinate materie prime (lecitine, alginati, carragenina), ma non sono nocive impiegate in quantità minime, sono ingredienti sicuri e autorizzati.

I gelati alla crema sono meno zuccherati e molto meno calorici dei gelati alla frutta, le creme hanno proteine e grassi di uova, frutta secca e latte, mentre i gelati alla frutta contengono quantità più elevate di zuccheri.

Se si è intolleranti è opportuno scegliere un gelato alla soia o alla mandorla, i gelati vegani non contengono latte, panna o uova. Ma hanno elevate quantità di zuccheri nella loro lista degli ingredienti, zucchero, sciroppo di glucosio ed altri  grassi che sebbene siano di origine vegetale non sono meno pesanti.

Il gelato è leggero, fresco e nutriente, pure chi è a dieta può mangiarlo tranquillamente, in termini di calorie rispetto agli altri alimenti non presenta grandi differenze, ma per quanto concerne il gusto sì.

Pubblicato da Emozionienozioni

Emozioni e nozioni: un mondo nuovo da esplorare da scoprire per conoscersi, un viaggio verso nuove destinazioni e prospettive diverse. Ogni pagina è una magia e su emozionienozioni troverete non solo le immagini più accattivanti, ma curiosità, nozioni ed emozioni