STEFANO BARIGAZZI, il nuovo singolo LAST DESIRE, intervista:”ci sono molti artisti con i quali mi piacerebbe collaborare, se ne devo citare alcuni direi Bombino e Ry Cooder”

STEFANO BARIGAZZI

STEFANO BARIGAZZI, cantante e chitarrista rivoluzionario, artista emiliano, classe ’96, possiede una vocalità stratosferica.

A soli quindici anni forma il suo primo duo, i “Poor Boys” nel quale è chitarrista e cantante. Il progetto si ispira alle sonorità del North Mississippi Blues (Fred McDowell, R.L. Burnside, Junior Kimbrough), ma fin dai primi passi Stefano Barigazzi ricerca la strada che dal blues conduce alle radici del funk e dei ritmi dell’Hip-Hop e della blackmusic. Nel 2018 Stefano Barigazzi sbarca a New Orleans dove come da tradizione si ritrova a suonare nei pub locali, mescolandosi con i musicisti e i suoni del posto. Nel 2020 inizia la sua carriera da solista, dando vita ad un nuovo trio con Giorgio Bovì e Luca La Russa (rispettivamente alla batteria e al basso), con l’intenzione primaria di dare spazio nella sua scrittura alla contaminazione, ed in particolare stratificando le sue radici blues con la musica africana, funk, soul ed afrobeat. Tale ricerca è tra le motivazioni che lo portano a trasferirsi a Palermo e a scegliere un quartiere colorato e multietnico come Ballarò dove fissare la sua nuova residenza, luogo di grande contaminazione e fermento multiculturale. Ad inizio 2022 comincia a collaborare al nuovo materiale con il produttore e musicista Roberto Cammarata (già con La Rappresentante di Lista, Omosumo, Waines) e a buttare giù le basi dei suoi primi brani inediti: la scrittura profondamente intrisa di blues di Stefano Barigazzi si arricchisce di stimoli e influenze contemporanei. Ne viene fuori uno stile che sulla forza all’album di famiglia tenuto saldamente nel cassetto (John Lee Hooker, Elmore James) si affianca ai mondi di band come I Hate My Village, Tinariwen, Khruangbin, Woods, Jack White, Black Keys.

Il magazine Emozionienozioni ha ospitato Stefano Barigazzi per un’esclusiva intervista vertente il suo nuovo singolo e non solo.

In quale emozione ti rispecchi quando canti?

Quando canto mi sento di essere immerso e trasportato in un altro mondo, dalla quale inconsciamente ne sono distaccato. Le emozioni che provo sono fra le più varie ed a volte inaspettate.

Qual è il tuo primo ricordo legato alla musica?

Il mio primo ricordo legato alla musica penso sia quello di un mio zio, che suonava la fisarmonica nel suo garage in mezzo ad un mare di attrezzi. In terra emiliana valzer e mazurche aleggiano sempre in casa dei nonni, e questo mio zio suonava la fisarmonica benissimo.

Quando hai sentito emergere la tua passione per la musica?

Ho sentito emergere la mia passione per la musica quando ho iniziato a suonare. Le emozioni che provavo erano fortissime e dalla prima volta che sono stato trasportato in un altro mondo, non sono più riuscito a farne a meno

Qual è la genesi del tuo nuovo singolo “Last Desire”?

La genesi di “Last desire” è stata la voglia ed il bisogno di uscire dalle mie zone di comfort musicale, cercando un sound innovativo e che potesse apportare una buona dose di contaminazione al brano, che nel suo embrione era un blues d’atmosfera con forti interconnessioni con la musica africana

A chi è rivolto il brano “Last Desire”?

“Last desire” è rivolto a chi vive nel limbo di due forze contrastanti che spingendo in direzioni diametralmente opposte si esauriscono in stati d’animo di sospensione, e a tutti gli altri.

Come vivi i social?

Purtroppo non ho un gran rapporto con i social, ma sto cercando di migliorare perchè li vedo sempre più di vitale importanza per chi vuole veicolare il proprio lavoro in posti nuovi.

Qual è il motto che sposi maggiormente?

Il motto che sposo maggiormente è quello che ho sempre sentito dai musicisti che da bambino stimavo ed idolatravo, ovvero “suona quello che sei”.

Con quali artisti vorresti concretizzare un feat.?

Ci sono molti artisti con i quali mi piacerebbe collaborare, se ne devo citare alcuni direi Bombino e Ry Cooder.

Progetti futuri?

In futuro ci sono molte cose che bollono in pentola. Sto continuando insieme a Roberto il lavoro in studio di registrazione , e stiamo finalizzando altri singoli che usciranno e che verranno racchiusi in un Ep, oltre ai concerti live che non si fermano mai.

SCOPRI IL BRANO SU SPOTIFY: 
https://open.spotify.com/album/5QyPpC1eBloxJDgd3IX3re?si=r95gO8JtQ8-gVMXlXryX-Q

Pubblicato da Emozionienozioni

Emozioni e nozioni: un mondo nuovo da esplorare da scoprire per conoscersi, un viaggio verso nuove destinazioni e prospettive diverse. Ogni pagina è una magia e su emozionienozioni troverete non solo le immagini più accattivanti, ma curiosità, nozioni ed emozioni