Ritorno al futuro: si celebra la partenza verso il futuro

Ritorno al futuro

Ritorno al futuro: si celebra la data storica della partenza verso il futuro

Ritorno al futuro

Recentemente gli estimatori della trilogia “Ritorno al futuro” di Robert Zemeckis, hanno reso omaggio attraverso i social network alla data in cui Marty McFly arrivato nel futuro, il 21 Ottobre 2015, ma oggi 26 Ottobre si celebra l’anniversario della sua partenza, avvenuta il 26 Ottobre del 1985, una data storica che ha dato vita all’intraprendente viaggio per raggiungere l’avventuristico avvenire.

L’amatissima trilogia “Ritorno al futuro” di Robert Zemeckis, egemonizzante e affascinante, ha fatto sognare e tutt’oggi continua a far sognare intere generazioni consentendo di vedere il mondo da un’ottica estremamente peculiare e significativa.

Ritorno al futuro si adopera per far vivere agli spettatori un viaggio nell’anima e la sua trilogia rappresenta una delle più grandi opere d’arte della cinematografia mondiale.

Correva l’anno 1985 quando il 26 Ottobre iniziò il percorso che diede vita alla storica trilogia di Ritorno al Futuro.


Tutte le vicissitudini delle scene ambientate nel presente si svolgono nella data odierna di oggi, 26 Ottobre, una data incisa indelebilmente nella memoria della storia del cinema, la giornata di oggi è la data chiave del viaggio nel tempo.

In uno spazio temporale che oscilla tra il passato, il futuro e l’eternità, il viaggio nel tempo paradossalmente amplifica il presente introiettandolo in ogni tempo e sintonizzando i sentimenti sulle frequenze del cuore.

Inizialmente la sceneggiatura prevedeva che l’auto fosse un dispositivo laser, in seguito un freezer, ma l’idea fu accantonata repentinamente per evitare che i bambini emulando le immagini del film sarebbero rimasti intrappolati nel frigorifero per riuscire a spostarsi nel tempo. La terza versione della sceneggiatura ha generato l’idea della celebre auto scelta per il suo particolare design estremamente innovativo che rendeva ancora più credibile la famosa gag del vecchio Peabody, quando la macchina si schianta sulla fattoria e viene confusa per un disco volante.

Ralph Macchio, noto al grande pubblico per il suo ruolo in Karate Kidrifiutò di fare parte del cast di Ritorno al futuro, avrebbe dovuto avere il ruolo di Marty McFly,  ebbene sì, Ralph, aveva definito la pellicola un teen-movie banale su “un ragazzo con delle pillole di plutonio e una macchina”.

Johnny Depp, all’epoca star di teenager di Nightmare, desiderava far parte del progetto, eppure Bob Gale giudicò il suo provino non all’altezza e bocciò la sua audizione.

Per il ruolo di Marty McFly erano in lizza Eric Stolta, John Cusack, Corey Hart e C. Thomas Howell. Trionfò la stella della serie TV Casa Keaton, Michael J. Fox, non ha richiesto l’aiuto di nessun stuntman, il suo asso nella manica è stato il suo talento con lo skateboard, la sua portentosa capacità di destreggiare  abilmente lo skate gli ha conferito il ruolo del ragazzo che viaggia nel tempo.

La saga è una vera pietra miliare della storia cinematografica, non solo per quanto concerne la fantascienza, è un capolavoro denso di principi e valori.

Parlando di Ritorno al futuro 4, Bob Gale, co-sceneggiatore della trilogia, ha rilasciato delle dichiarazioni ragguardevoli e incisive.

“Abbiamo raccontato una storia completa con la trilogia – ha affermato Bob Gale –  Se tornassimo indietro e ne facessimo un altro, avremmo Michael J. Fox, che compirà sessant’anni l’anno prossimo, e ha il morbo di Parkinson. Vogliamo vedere Marty McFly all’età di sessant’anni con il morbo di Parkinson? Volevamo vederlo all’età di cinquant’anni con il morbo di Parkinson? Direi di no. E non vuoi vedere Ritorno al futuro senza Michael J. Fox. La gente dice: “Beh, fallo con qualcun altro”. Davvero? Chi vorreste? Tutto quello che genererebbe sarebbero confronti con gli originali, e non riusciremmo a eguagliarli… Non volevamo essere quei tipi che fanno film solo per i soldi. La Universal ci dice: “Voi ragazzi guadagnereste un sacco di soldi”, ma noi diciamo tipo, “Beh, abbiamo già fatto un sacco di soldi con questi film, e ci piacciono così. E come genitori orgogliosi, non faremo prostituire i nostri figli”

Inoltre è arrivato il musical ufficiale di Ritorno al futuro, by Zemeckis, “Back To The Future: The Musical”, spettacolo teatrale che era già in cartellone  per l’11/03/2020 alla Manchester Opera House, soltanto per poche giornate perché è sopraggiunta la pandemia.

Attualmente lo spettacolo teatrale è ritornato in scena, presso l’Adelphi Theatre di Londra con un adattamento che è stato autorizzato, curato e seguito dagli autori della saga cinematografica, Bob Gale e Robert Zemeckis.

Pubblicato da Emozionienozioni

Emozioni e nozioni: un mondo nuovo da esplorare da scoprire per conoscersi, un viaggio verso nuove destinazioni e prospettive diverse. Ogni pagina è una magia e su emozionienozioni troverete non solo le immagini più accattivanti, ma curiosità, nozioni ed emozioni