Premio InediTO – Colline di Torino: a Manzoni il premio speciale “InediTO RitrovaTO”, premiazione 3 giugno al Teatro Gobetti di Torino

Premio InediTO - Colline di Torino: a Manzoni il premio speciale "InediTO RitrovaTO”, premiazione 3 giugno al Teatro Gobetti di Torino.

Premio InediTO – Colline di Torino: a Manzoni il premio speciale “InediTO RitrovaTO”, premiazione il 3 giugno al Teatro Gobetti di Torino

21 Maggio ore 19:30 – “Da InediTO a edito”

Marco Bonini “L’arte dell’esperienza” (La Nave di Teseo)

Cristina Pacinotti “Non ancora” (Fandango)

con Elisabetta Sgarbi, Giovanna Mezzogiorno

Sala Argento del Salone del Libro di Torino

22 Maggio ore 12:15 – Presentazione finalisti

Arena Piemonte del Salone del Libro di Torino

3 Giugno ore 21:00 – Premiazione vincitori

premio speciale “InediTO RitrovaTO” ad Alessandro Manzoni

Teatro Gobetti di Torino

Sarà assegnato a una lettera di Alessandro Manzoni il premio speciale “InediTO RitrovaTO” dedicato all’opera inedita di uno scrittore non vivente (conferito nelle scorse edizioni a Primo Levi, Alfonso Gatto, Italo Svevo), nell’ambito della ventunesima edizione del Premio InediTO – Colline di Torino 2022. L’assegnazione avverrà attraverso la lettura scenica del testo durante la premiazione del concorso che si terrà il 3 giugno ore 21:00 nella suggestiva cornice del Teatro Gobetti di Torino. Nella lettera, datata 15 maggio 1863, Manzoni esprime il suo parere sul poemetto “La Polonia” inviatogli dall’allora giovane studente Edmondo De Amicis, in cui si inneggia al patriottismo dei polacchi che si batterono per l’indipendenza della loro nazione, alcuni dei quali conosciuti esuli a Cuneo. Come se oggi un giovane studente cuneese dedicasse dei versi ai profughi ucraini. La scoperta si deve alla classe 2A del Liceo Linguistico “Edmondo De Amicis” di Cuneo seguiti dalla professoressa Chiara Perlo, che hanno rintracciato la copia originale conservata alla Biblioteca Nazionale Braidense di Milano  (disponibile online all’indirizzo https://www.alessandromanzoni.org/manoscritti/281/reader#mode/1up)

Dopo aver annunciato l’1 aprile i finalisti all’Officina della Scrittura di Aurora Penne, il Premio giunge cosí al gran finale. Dopo due anni di assenza (dovuta all’emergenza sanitaria), la presentazione dei finalisti si terrà il 22 maggio ore 12:15 all’Arena Piemonte del Salone del Libro di Torino, dove sarà possibile conoscerli insieme alle loro opere in gara. Durante invece la proclamazione dal vivo di giugno, i vincitori riceveranno i premi delle varie sezioni sotto forma di pubblicazione, promozione, produzione delle opere (grazie al ricco montepremi salito a 8.000 euro) targhe, menzioni, segnalazioni, e i premi speciali tra cui anche “InediTO Young” dedicato ai minorenni promettenti (che consiste in una penna stilografica omaggiata da Aurora Penne). La lettura scenica dedicata anche agli estratti tratti dalle opere vincitrici sarà protagonista della serata finale (cui hanno partecipato in passato, tra gli altri, Giorgio Conte, Franco Branciaroli, Eugenio Finardi, David Riondino, Francesco Baccini, Alessandro Haber, Laura Curino, Gipo Farassino, Arturo Brachetti, David Riondino, Red Ronnie e Lella Costa). Mentre, in collaborazione con il Salone OFF, sono stati ospitati in questi anni a Chieri gli scrittori Marc Augé, Andrea Vitali, Giuseppe Catozzella, Michela Marzano (diventata poi giurata del premio).

Fausto Zanardelli (Coma Cose)

Milo De Angelis

Parteciperanno autorità, partner, la giuria presieduta da Margherita Oggero e formata dai poeti Milo De Angelis, Mia Lecomte, gli scrittori Cristina Ali Farah, Sacha Naspini, Andrea Donaera,Valentina Maini, Susanna Mati, Massimo Morasso, gli attori Roberto Latini, Francesca Brizzolara, i registi Alice Filippi, Paolo Mitton, il rapper Inoki, e il cantante Fausto Zanardelli (Coma Cose), e dai vincitori della passata edizione, impegnati nella valutazione delle opere migliori selezionate dal Comitato di Lettura secondo i criteri del concorso.

865 iscritti e le 945 opere ricevute da tutta Italia e dall’estero (USA, Inghilterra, Irlanda, Portogallo, Spagna, Belgio, Germania, Francia, Svizzera, Romania) a conferma sempre più dell’internazionalità del premio, 67 finalisti (57 nelle varie sezioni e 10 in gara per i premi speciali “InediTO Young”, due del Liceo Classico “B. Telesio” di Cosenza, e “InediTO RitrovaTO”), la maggior parte nati al sud (nelle province di Siracusa, Catania, Palermo, Cosenza, Bari, Taranto, Foggia, Napoli, Roma, Cagliari, Modena, Bologna, Milano, Bergamo, Torino) una nata a Sarajevo, una residente a Barcellona e tre nelle province di Parigi, Zurigo, Berlino, il cui elenco è consultabile sul sito del concorso https://www.premioinedito.it

Il premio conferma quindi la sua internazionalità con un incremento di iscritti dal sud Italia, tanti i manoscritti di scuole e operatori “minori”, minorenni, diversamente abili e detenuti che non hanno pagato l’iscrizione, anche di autori non viventi e nuclei familiari, ogni membro con un suo lavoro: la scrittura si rinnova di padre in figlio.

Alice Filippi

Margherita Oggero

Un risultato nuovamente straordinario raggiunto dal bando, scaduto a febbraio, del concorso letterario punto di riferimento in Italia, unico nel suo genere a rivolgersi a tutte le forme di scrittura (poesia, narrativa, saggistica, teatro, cinema e musica) in lingua italiana e a tema libero, con l’obiettivo di premiare autori affermati ed esordienti alla ricerca di nuovi talenti, di ogni età e nazionalità. Organizzato dall’Associazione Il Camaleonte di Chieri (TO), e diretto dal poeta e scrittore Valerio Vigliaturo, il premio è sostenuto da Regione Piemonte, Fondazione CRT e Amiat Gruppo Iren, e supportato da una vasta rete di partner tra cui: Film Commission Torino Piemonte, M.E.I. (Meeting delle Etichette Indipendenti) di Faenza, Premio Lunezia, Festival di Poesia “Parole Spalancate” di Genova e Indyca.

Tra gli autori vincitori e menzionati che si sono affermarti e sono stati lanciati dal concorso ricordiamo: Sacha Naspini (diventato giurato del premio), Daniela Raimondi, Zibba, Antonella Sbuelz (Premio Campiello Junior 2022), Carlo F. De Filippis, Chiara Canzian (figlia di Red Canzian dei Pooh), Daniele Ronda, William Lyons (di Rathmines, Dublino), Maurizio Mattiuzza, Roberta Giallo, Giampaolo Spinato, Thomas Tsalaptis (di Atene), Licia Pizzi (selezionata al Premio Strega 2019 con il romanzo Piena di grazia pubblicato da Ad Est dell’Equatore grazie al contributo del premio), Renato Gabrielli (drammaturgo e docente alla Civica Scuola di Teatro Paolo Grassi di Milano).

Infine, Cristina Pacinotti (vincitrice nel 2019 con il romanzo “Non ancora” pubblicato nel febbraio 2022 da Fandango Libri) e l’attore Marco Bonini (il cui saggio “L’arte dell’esperienza”, secondo classificato nel 2020, sarà pubblicato a maggio da La Nave di Teseo fondata da Elisabetta Sgarbi) che presenteranno le loro opere il 21 maggio ore 19:30 nella Sala Argento del Salone del Libro di Torino con la partecipazione straordinaria di Lavinia Azzone e Giovanna Mezzogiorno. Da InediTO a edito: il premio ha quindi il pregio di distinguersi perché non abbandona gli autori premiati al loro destino ma li accompagna verso il mondo dell’editoria e dello spettacolo.

Pubblicato da Emozionienozioni

Emozioni e nozioni: un mondo nuovo da esplorare da scoprire per conoscersi, un viaggio verso nuove destinazioni e prospettive diverse. Ogni pagina è una magia e su emozionienozioni troverete non solo le immagini più accattivanti, ma curiosità, nozioni ed emozioni