Neve ingestibile: confessa un omicidio inesistente

Neve

Neve ingestibile: un uomo confessa un omicidio inesistente

Un uomo ha incoscientemente confessato un omicidio mai compiuto, un gesto totalmente inesistente. Ha presentato una denuncia completamente falsa e dovrà prendersi carico delle sue responsabilità.

L’uomo aveva studiato uno stratagemma che supera di gran lunga ogni fervida immaginazione, aveva architettato un piano per liberarsi della neve che gli bloccava la via di casa.

Dopo innumerevoli richieste vane all’amministrazione, in preda alla frustrazione, l’uomo ha scelto di inventarsi uno stratagemma fantasioso per far rimuovere la neve che bloccava la zona in cui è situata la sua abitazione.

L’uomo residente in Ucraina, precisamente in un villaggio (Grybova Rudnya), è abituato a dei lunghi inverni, molto rigidi. L’assenza dello spartineve aveva delle ripercussioni gravi sulla sua quotidianità e sulle attività giornaliere dei suoi familiari.

I cumuli bianchi di neve invadevano tutte le vie limitrofe alla sua abitazione e non consentivano di muoversi.

Le sue proteste non erano state accolte, l’uomo stufo e sconfortato, ha preso una decisione che gli costerà cara.

Ha inscenato una scena del crimine e si è autodenunciato. L’uomo, le sue generalità non sono state rese note, per far rimuovere la neve, ha oltrepassato ogni limite, ha esagerato e naturalmente dovrà pagare le conseguenze del suo gesto.

“È ricorso ad un discutibile stratagemma per far pulire dalla neve la strada in cui abita – come ha riferito Yuliya Kovtun, il portavoce ufficiale della Polizia – Ha chiamato la polizia confessando di aver appena accoltellato a morte il fidanzato della madre ed implorando un pronto intervento prima che la situazione potesse ulteriormente degenerare. Ma ha anche subito precisato che per poter raggiungere la sua casa sarebbe stato necessario intervenire con uno spazzaneve per pulire la strada, sulla quale altrimenti non sarebbe stato possibile passare. Ma gli agenti sono riusciti a raggiungere la casa del presunto omicida con un semplice suv e hanno trovato la vittima illesa. E ovviamente, di fronte all’evidenza, il killer ha confessato subito di aver inventato l’omicidio, apparentemente escogitato a causa dell’insoddisfazione per la qualità del servizio di spazzatura della neve nella sua strada. L’uomo, del villaggio di Grybova Rudnya, dovrà ora scontare le conseguenze per aver presentato una falsa denuncia ed aver causato un procurato allarme”.

Pubblicato da Emozionienozioni

Emozioni e nozioni: un mondo nuovo da esplorare da scoprire per conoscersi, un viaggio verso nuove destinazioni e prospettive diverse. Ogni pagina è una magia e su emozionienozioni troverete non solo le immagini più accattivanti, ma curiosità, nozioni ed emozioni