Marianna Fasone, il nuovo singolo “Dimensioni Parallele”, intervista: “sin da bambina ho ascoltato qualsiasi genere musicale”

Marianna Fasone

Marianna Fasone, cantautrice siciliana, proviene da Palermo, classe 1976, fin dall’infanzia ha percepito la sua prorompente inclinazione innata per il mondo della musica. Intimista e profonda, si distingue nel panorama musicale, è acclamata in Italia e all’estero.

A soli 3 anni partecipa ad un concorso canoro per bambini. Il maestro Enzo Randisi, che l’accompagnava al pianoforte, sollecitò la madre già cantante per Randisi stesso, e corista per un breve periodo di Giuni Russo, a farle studiare uno strumento, poiché aveva notato la sua propensione per la musica. Successivamente all’età di 6 anni, il padre si convinse che la strada della figlia, fosse la musica, poiché Marianna Fasone, entrava in ogni negozio di strumenti musicali, per suonare tutti i pianoforti che vedeva, con grande stupore dei negozianti. Il padre le regalò un pianoforte e una chitarra classica. Iniziò a prendere lezioni private di pianoforte ed a suonare la chitarra da autodidatta. All’età di 11 anni entra in Conservatorio, arrivando seconda in graduatoria. A 12 anni scrive le prime musiche. Dopo la prematura scomparsa del padre, in preda ad una crisi personale, Marianna lascia gli studi di pianoforte dopo 5 anni. Fa tutt’altro fino a quando un giorno, tramite un chitarrista collega di sua madre, torna alla sua amata e odiata musica. Riprende la scrittura musicale e il canto, si iscrive alla Siae e comincia a suonare in vari locali e teatri della sua città. Nel 2009 registra il suo primo album, Welcome to siren’s blog, e inizia a studiare canto alla scuola Arte e suoni , poi alla scuola Con noi è tutta un’altra musica, fino ad appassionarsi anche al jazz studiando al Brass e successivamente con Danila Satragno, insegnante di canto jazz al Conservatorio di Milano e vocal coach di svariati vip. Studia recitazione alla scuola di Lollo Franco, che le chiede di lasciare la musica per dedicarsi totalmente alla recitazione. Ma l’amore per la musica è più forte. Conosce svariati musicisti, artisti di tutta Italia. Soprattutto uno, il maestro Lucio Fabbri (Pfm), le consiglia vivamente di dedicarsi alla scrittura musicale. Nascono vari singoli pop/rock nel 2011 e 2012, Improvisation, Una favola e In eternity rock version. Nel 2016 Inferno, nel 2017 Sweet bile lips e nel 2018 Tresi Song. Contemporaneamente gli album Non meno di zero nel 2014, Never in heaven e Soundtracks nel 2017, Experimental jazz-The new classjazzpo nel 2019, che include tre cover arrangiate da Marianna, per le quali ha avuto il permesso in America dagli aventi diritto ed i loro complimenti (Chick Corea). Nel 2014 Marianna Fasone arriva in finale ad un songwriting contest internazionale svoltosi a Londra, vincendo il premio della critica e premio miglior compositore e arrangiatore. Da lì, partono delle tournée in tutta Europa insieme ad altri artisti partecipanti e si organizzano svariate jam session con artisti di fama internazionale. I dischi di Marianna sono stati premiati sia a New York che in Uk, come artista emergente e sono stati pubblicizzati su molti canali, riviste e radio nazionali ed internazionali.

In concomitanza con l’uscita del suo nuovo singolo, “Dimensioni Parallele”, abbiamo raggiunto Marianna Fasone per un’esclusiva intervista.

In quale emozione ti rispecchi maggiormente quando canti?

Dipende dalla canzone che canto. Le emozioni variano a seconda della canzone e del momento, non sono mai le stesse.

Quali figure hanno determinato il tuo background musicale?

Il mio background è parecchio vasto, poichè sin da bambina ho ascoltato qualsiasi genere musicale : dalla musica classica, al pop, al rock etc. Sicuramente hanno influito maggiormente le ” figure” straniere.

Marianna Fasone

Il tuo nuovo singolo “Dimensioni Parallele” è estremamente coinvolgente, qual è la genesi del brano?

Il brano è stato scritto durante la Pandemia, ma non è legato esclusivamente ad essa, ma alla perdita, in ogni circostanza nefasta durante la nostra esistenza. Tutto è iniziato per una casualità. Ho conosciuto molti artisti sui social e conoscevo già Valerio Romeo, un bravo autore e poeta. Gli ho chiesto di scrivere una poesia e da li, ho preso ispirazione per la creazione del brano. Successivamente ho mandato le partiture con gli arrangiamenti da me scritti, ai musicisti che, le hanno registrate nei loro home studios. Le tracce registrate, a loro volta, sono state mandate in studio di registrazione al sound Engineer Cristiano Nasta, che ha sostituito le tracce midi con le tracce registrate dai musicisti e sostituito altri strumenti midi con suoni campionati professionali di alta qualità. Per finire, il mix è stato mandato agli Abbey road studios di Londra per il mastering. Credo di essere stata molto esauriente nella spiegazione della genesi… eheheheheh!

A chi è rivolto il singolo “Dimensioni Parallele”?

A tutti coloro che hanno perso una persona cara, che sia fisicamente o solo perchè si era destinati a strade diverse.

Con quali artisti vorresti concretizzare un featuring?

Con gli artisti a cui piaccio artisticamente 🙂

Qual è il motto che sposi solitamente?

Fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio

Progetti futuri?

Live, secondo disco di jazz sperimentale in lavorazione, spero una mia canzone a Sanremo – ma questo è uno dei miei sogni ambiziosi – , soundtracks varie etc.

 dal 27 maggio.
 Marianna Fasone su Facebook 

Marianna Fasone su Instagram

Marianna Fasone su YouTube 

Marianna Fasone su Spotify 

Marianna Fasone su Apple Music 

Marianna Fasone su Deezer
 
 


 

Pubblicato da Emozionienozioni

Emozioni e nozioni: un mondo nuovo da esplorare da scoprire per conoscersi, un viaggio verso nuove destinazioni e prospettive diverse. Ogni pagina è una magia e su emozionienozioni troverete non solo le immagini più accattivanti, ma curiosità, nozioni ed emozioni