Jason Mikeh, da area Sanremo al nuovo singolo “Mentre Tutti Dormono”, intervista: ‘Justin Bieber è un personaggio iconico, credo che abbia tanto stile ‘

Jason Mikeh

Jason Mikeh, il suo vero nome è Michele, la sua voce è realmente inconfondibile, è un artista davvero eccezionale, l’H all’interno del suo pseudonimo è un argomento molto discusso ed enfatizza la particolarità del suo nome nome d’arte.

Si è esibito ad Area Sanremo, in seguito ha intrapreso una tournée in giro per l’Italia. Fin da subito è riuscito a raggiungere con il suo talento e a conquistare con il suo carisma il cuore dei suoi estimatori, i fan di Jason Mikeh sono sempre più e gli dimostrano costantemente un affetto incondizionato.

Mentre Tutti Dormono” è il titolo del suo nuovo singolo, un brano caratterizzato da un testo profondo e da un sound incalzante, in collaborazione con Toni J.

Abbiamo chiacchierato con Jason Mikeh, nel corso dell’intervista si è raccontato senza filtri, ha anticipato l’uscita del suo prossimo singolo in Inglese e tante altre novità.

Il tuo nome d’arte è molto internazionale, quanto credi che il linguaggio della musica sia universale? Com’è nato il tuo pseudonimo?

Innanzitutto grazie per la considerazione, la musica, sì, è molto universale in quanto è considerata tale per il fatto che ci si condivide i pensieri, il mood che ogni ascoltatore in sé può rivedersi. Il mio pseudonimo nasce perché Jason è un nome che mi ha colpito profondamente, infatti come ho detto ad altre interviste, se io fossi nato in America mi sarebbe piaciuto questo nome, e poi è accompagnato da Mikeh che in forma letterale traduce il mio nome vero (Michele). Quella famosa h che tutti sottolineano è un’espressione di unicità un qualcosa che rende unico il mio nome e personaggio.

Jason Mikeh

Quando hai scoperto la tua passione per il canto? Quali sono gli artisti che hanno avuto un ascendente maggiore sul tuo background artistico?

Io ho scoperto la passione nel 2018, dopo una delusione dovuta ad un’altra ambizione che mi tenevo dentro, ho sentito il bisogno di sfogarmi e grazie alla musica che ne sono uscito fuori. Però ragionando su questa tematica mi sono accorto che la musica mi ha sempre tenuto compagnia. Infatti da piccolo cantavo, avevo finanche un personaggio iconico dove ipotizzavo me da cantante, l’artista di ispirazione è Justin Bieber, credo che lui abbia tanto stile e ho le orme giuste da parte mia di poterlo seguire sia musicalmente che in life style.

Il tuo nuovo singolo “Mentre Tutti Dormono” è notevolmente introspettivo, qual è la sua genesi?

La canzone “Mentre Tutti Dormono” nasce dal bisogno di tirare tutto se stesso fuori e gridare una realtà legata al sentimento. È stata interamente scritta da Toni, dalla quale saluto, che porta allo sfogo di un ragazzo a liberare i suoi pensieri più importanti alla sua ragazza. Diciamo che la tematica principale è raffigurare i sentimenti che vivono riflessi mentre tutti dormono, è un momento dove ci si ascolta il silenzio ed è in quel momento che tornano vivi i sentimenti che un giorno molto lontano ormai passato la coppia viveva felice.

Hai collaborato con Toni J, com’è nato il vostro featuring?

Il nostro feat nasce perché siamo fratelli, lui è mio fratello, nasce anche perché abbiamo un team che ci lega e ci rende fratelli anche in musica.

Hai partecipato al celebre concorso canoro “Area Sanremo”, ti sei contraddistinto per la  tua vocalità straordinariamente sorprendente, come hai vissuto l’esperienza?

Grazie per il complimento, ehm, sì, di sicuro pensare Sanremo per un’artista che ama la musica è qualcosa di fenomenale, entri in un pianeta totalmente diverso, hai una adrenalina che va fuori dal normale, ti senti emozionatissimo. Poi vivere area Sanremo è un’opportunità, è stata una bellissima esperienza, nonostante non sia andata come pensavamo però è stata una bella esperienza personale, sia in forma artistica che umanamente perché li si respira davvero la musica da vicino e già solo poterla sentire, nonostante non l’ho potuta riprovare, è stato davvero molto bello, e sono cresciuto molto. L’importante è non mollare mai.

Recentemente hai preso parte alla notte bianca di Crotone, quanto ti ha lasciato il segno?

Sì, la notte bianca di Crotone è una festa attesissima nella mia città, sono rimasto davvero felice che hanno pensato a me insieme a Toni nel poterla animare musicalmente. Ci siamo divertiti, abbiamo cantato, abbiamo fatto ballare. Sapere che sono coincittadini ti rende fiero e contento, colgo l’occasione per ringraziarli di nuovo.

In quale emozione ti rispecchi maggiormente quando canti dal vivo?

La grinta, cerco in ogni modo di emozionare con la grinta, la grinta che porta anche al divertimento e così via… Lasciarmi trasportare dalla musica principalmente e poi dare emozioni, perché la musica è emozione.

C’è una canzone non tua che avresti voluto cantare?

In realtà no, preferisco cantare le mie canzoni in ogni loro forma e musicalità. Di certo ci sono canzoni che canto anche di altri artisti, ma in qualche modo nelle mie canzoni si rispecchia, ovviamente in forma diversa, lo stesso messaggio.

Sul tuo profilo insta hai affermato “la vita non è semplice, ma puoi renderla solo tu se misuri la tua volontà con il giusto spirito, abbi cura di splendere”, quanto credi che sia fondamentale credere nei propri sogni per concretizzarli?

Sì, dissi questa cosa perché appunto credere nei propri sogni è fondamentale avere il giusto spirito, la costanza, determinazione. Non è importante nella vita ricevere un no, è importante quanto ti dai da fare per avere un sì, perché il primo si, dev’essere dentro di te. È fondamentale credere sempre e lavorare tanto, le cose facili sono per persone inutili, le cose difficili vengono per chi merita realmente. Bisogna avere fede e determinazione e non avere paura di rischiare fino alla fine, altrimenti è dura.

La scorsa estate hai fatto tappa all’Estella Club con la tua tournée, qual è l’aneddoto che porterai con te con maggiore affetto?

Sì, la scorsa estate è stata davvero un’esperienza creativa. Sono cresciuto tanto, mi sono divertito molto. Quella famosa tappa estella club ha segnato la mia piccola carriera, e di quella esperienza mi porto tutto, ma la cosa che più mi ha colpito la gente che mi acclamava e mi voleva bene, le urla, gli applausi. La vita su quel palco è stata l’emozione più bella che non scorderò mai, nella speranza che possa riviverla sempre.

Nei tuoi brani affronti assiduamente la tematica dell’amore. Quanto ritieni che l’amore possa essere il motore del mondo?

Tantissimo, senza amore non è vita, l’amore è il motore del mondo, noi diamo amore a tutto ciò che riteniamo importante per noi stessi, e se non lo dessimo sarebbe finito tutto.

Amici di Maria De Filippi, X Factor, o Tú Sí Que Vales, quale sceglieresti? Quanto credi che i talent show siano importanti per il panorama musicale?

X Factor, dico XFactor perché tra questi 3 lo ritengo più “serio” dal punto di vista amministrativo. Ormai i talent show sono importanti, ma son per coloro che fondamentalmente la gavetta già ce l’hanno alta, non lo dico io, ma è proprio la biografia di tutti gli artisti usciti dai talent che lo testimoniano, ormai è tv, con quel pizzico di trash che non manca mai. Se va uno che fa pochi numeri, fanno vivere solo l’esperienza delle audizioni, vale anche per xfactor, però siccome non l’ho ancora provato credo sia più serio su questo punto di vista, però credo che se uno non ci prova, non può mai saperlo.

La pandemia ha cambiato il modo di percepire la musica?

Beh, sì, la pandemia ha reso diversa la vita di ognuno di noi, per quanto riguarda la musica sull’aspetto dei live è cambiata molto. Percepire la musica dal vivo credo sia l’aspetto migliore, che sia per un’artista che per un ascoltatore è importante viverlo, e questa pandemia non sta dando questa opportunità.

Con quali artisti vorresti collaborare in futuro?

Beh, sarei incoerente se facessi altri nomi all’infuori di Justin Bieber, logicamente lui, però so che è un tassello alto, pretendo troppo. A livello nazionale non ho preferenze. Spero prima di tutto di riuscire ad emergere io e poi è tutta una conseguenza.

Come vivi i social network? Come ti relazioni con il tuo pubblico?

Beh, io sto giorno e notte sui social, dal momento in cui vivo con la musica è giusto relazionare e condividere le idee. Siamo tutti amici, sinceramente non ho fan, ho amici, che mi vogliono bene ed io a loro, quando escono le canzoni sono pronti a farle girare e danno tutto il loro supporto.

Qual è attualmente il tuo sogno più grande?

Diventare affermato su questo mondo, muovermi in tutta Italia e fare tappe, condividere i miei pensieri, avere gente che mi vuole bene, e avere a 360 gradi la vita di un musicista, firmare con una major ecc..

Dove organizzeresti il tuo concerto ideale?

Bella domanda, se dovessi organizzare un concerto, il mio sogno è cantare a San Siro. Se parliamo di sogno generico, “palco” generico, Sanremo è il mio più grande sogno.

Quali sono i tuoi prossimi programmi?

Attualmente sto lavorando per un’uscita di una canzone inglese, uscirà il 18 di questo mese, c’è da dire che è la prima volta che canto una canzone interamente inglese, salvo complicazioni. Inoltre abbiamo un’altra uscita per il team per cui lavoro, mentre per l’estate 2022 ancora non saprei, tutto può succedere, quindi restiamo al presente hahaha.

Un saluto per il magazine Emozionienozioni?

Grazie per le domande, grazie agli amici di Emozioni E nozioni, mi sono divertito molto, grazie mille!

Jason Mikeh su Instagram

https://instagram.com/jasonmikeh

Pubblicato da Emozionienozioni

Emozioni e nozioni: un mondo nuovo da esplorare da scoprire per conoscersi, un viaggio verso nuove destinazioni e prospettive diverse. Ogni pagina è una magia e su emozionienozioni troverete non solo le immagini più accattivanti, ma curiosità, nozioni ed emozioni