Claudio Cirimele, intervista: dal trionfo al Festival di Viña del Mar al nuovo singolo “Vita”

Claudio Cirimele

Claudio Cirimele, intervista: dal trionfo al Festival Internacional de la Canción de Viña del Mar al suo nuovo singolo “Vita”

Claudio Cirimele

Claudio Cirimele è un cantautore estremamente straordinario, ha partecipato e trionfato al prestigiosissimo Festival di Viña del Mar. La kermesse canora Cilena per autorevolezza è paragonabile al nostro Festival di Sanremo, un Festival d’oltreoceano con in gara i migliori artisti provenienti da ogni parte del mondo. Il Festival Internacional de la Canción de Viña del Mar vanta molte vittorie italiane, oltre a Claudio Cirimele, hanno vinto: Annarita Spinaci ( celebre in particolare per la sua partecipazione al Festival di Sanremo nel 1967 e per il brano “Quando Dico Che Ti Amo”), Piero Cotto (vincitore dell’international Award of New York, Bregenz Austria International Festival, Cairo International Festival e di tanti altri riconoscimenti), Marco Del Freo (autore della canzone “Doppiamente Fragili”, brano con il quale Anna Tatangelo ha vinto il Festival di Sanremo), Paolo Meneguzzi ( con il brano Aria’ Ario, ha partecipato 5 volte al Festival di Sanremo), Denise Faro ( cantante e attrice, nota per i suoi ruoli nelle serie TV “Un Medico In Famiglia”, “Benvenuti a Tavola Nord vs Sud”, ha anche aperto i concerti di Vasco Rossi) e Michele Cortese ( duplice vincitore del Festival di Viña del Mar e vincitore della prima edizione di X-Factor con il gruppo Aram Quartet).

Il cantautore, Claudio Cirimele, ha vinto il Festival di Viña del Mar con la canzone “In Questo Mondo“, un brano poetico che affronta il conflitto tra sogno e realtà.

In seguito alla sua vittoria, al Festival di Viña del Mar, ha viaggiato per il mondo cantando sui palchi più famosi italiani ed internazionali, è amatissimo anche in Romania, Lettonia, Egitto, Macedonia, Finlandia, Stati Uniti e Chile.

È un artista poliedrico, Claudio Cirimele, oltre ad avere una voce strepitosa, è anche un grandissimo musicista.

Nel corso della sua carriera ha cantato al fianco di artisti internazionali come Toto Cotugno, Laura Pausini, Jovanotti e Shakira.

Abbiamo raggiunto Claudio Cirimele, si è raccontato in un’intervista senza filtri, ha parlato del suo amore per la musica e del suo nuovo singolo “Vita”.

Hai trionfato al festival di Viña del Mar, una manifestazione internazionale associata al Festival di Sanremo, possono partecipare artisti provenienti da ogni parte del mondo al Festival Internacional de la Canción de Viña del Mar. Come hai vissuto una vittoria così importante?

Viña del Mar è stata una grande sorpresa e una grande emozione; non ci aspettavamo la vittoria e neanche la vicinanza del pubblico. E’ stato davvero incredibile anche se non posso non dire che mi ha lasciato anche un po’ di amarezza per come sono andate dopo le cose.

Ricordi il momento in cui hai sentito la necessità di avvicinarti al mondo artistico? La tua passione per la musica è innata o l’hai coltivata negli anni?

Direi entrambe le cose, amo la musica da che ne ho memoria, poi con il tempo ho coltivato questa passione e ho cercato di farla crescere negli anni.

Il tuo nuovo singolo “Vita”, è una platea dichiarazione d’amore per la musica, è un brano che infonde grande speranza verso il domani, “Quando un giorno cambierà, sicuro cambierà. Che colore avrà? Vita è la musica che ho nell’anima”, com’è nato il brano?

“Vita” è stato un dono, mi piace definire così le ispirazioni estemporanee. E’ un brano che è nato in maniera molto spontanea, non ci stavo ragionando su e non avevo in mente un tema specifico, mi sono seduto alla tastiera e mi è venuto naturale. Poi ovviamente da questa prima ispirazione c’è stato tutto il lavoro di creazione e produzione.

Nel corso della tua lunghissima carriera, quale incontro ha segnato drasticamente la tua evoluzione personale?

Sicuramente l’incontro con Tino Garibbo, è stato lui a guidarmi nei Festival Internazionali, è stato il primo a credere in me e quello che sono oggi a livello musicale lo devo a lui.

Hai avuto l’opportunità di cantare suo palchi più famosi in Romania, Lettonia, Egitto, Macedonia, Finlandia, Stati Uniti e Chile. Qual è il luogo più bello che hai visitato durante i tuoi numerosissimi viaggi per il mondo?

Sono tanti, se devo sceglierne uno direi Il Cairo, è stato veramente affascinante; vedere le piramidi mi ha lasciato davvero senza parole. Un altro posto molto suggestivo il deserto di Atacan in Chile vicino a Viña del Mar.

Claudio Cirimele

Hai cantato al fianco di artisti internazionali come Toto Cotugno, Laura Pausini, Jovanotti e Shakira. C’è un artista con cui vorresti collaborare prossimamente?

Sono aperto a qualsiasi collaborazione, purchè sia con una persona che apprezza davvero quello che faccio e porti una crescita sia artistica che personale.

La canzone “In questo mondo” è una splendida poesia in musica, scritta dal produttore Tino Garibbo e arrangiata da Claudio Guidetti, cosa rappresenta per te “In questo mondo?”

“In questo mondo” è una canzone a cui non posso che essere affezionato, ha rappresentato la possibilità di farmi conoscere nel mondo della musica, e si può dire fosse anche un po’ autobiografica all’epoca. Come tutta l’esperienza di Viña anche questa canzone mi porta oggi emozioni contrastanti, sicuramente di grande soddisfazione e gioia ma anche di amarezza.

Sei arrivato finalista a Sanremo Rock 2021, cosa non dimenticherai mai dell’esperienza Sanremese?

Di Sanremo Rock non dimenticherò l’emozione di tornare su un palco dopo tanti anni e rimettersi in gioco; sentirsi forti e allo stesso tempo completamente vulnerabili.

Hai recentemente calcato il palco del Roma Music Festival, com’è stato tornare sul palco ai tempi del covid?

Al Roma Music Festival mi sono trovato molto bene, un’ottima organizzazione che ha fatto in modo ci fossero meno disagi possibili nonostante le difficoltà legate alle regole covid.

Quanto sono autobiografici i testi delle tue canzoni?

Dipende, a volte sono totalmente autobiografici, a volte parlo di situazioni lontane dalla mia vita ma sulle quali rifletto.

Quanto credi che la musica possa contribuire a conoscere se stessi?

Moltissimo, almeno nel mio caso è così. Per me la musica oltre ad essere una passione è il modo che ho di conoscermi, di tirar fuori emozioni e pensieri che senza la musica difficilmente riuscirei ad esternare.

Cosa pensi dei talent show? Credi che siano una grande opportunità per chi desidera far conoscere la propria musica?

Sicuramente i talent sono un bel trampolino per farsi conoscere, ti danno la possibilità di arrivare ad un pubblico di milioni persone partendo da zero. Forse il rovescio della medaglia è che hanno portato il mondo della musica ad andare molto in fretta e secondo me questo fa un po’ perdere gli aspetti più introspettivi e artistici della canzone.

Quali sono i tuoi prossimi progetti?

Al momento sto lavorando al mio EP e sono in contatto con alcuni amici per tornare a fare dei live quest’estate.

Pubblicato da Emozionienozioni

Emozioni e nozioni: un mondo nuovo da esplorare da scoprire per conoscersi, un viaggio verso nuove destinazioni e prospettive diverse. Ogni pagina è una magia e su emozionienozioni troverete non solo le immagini più accattivanti, ma curiosità, nozioni ed emozioni